Ultimi post

domenica 19 febbraio 2012

O.N. - Other News XVIII: O.N. Earth


Lo spread, la crisi, il debito, la protesta e noi, sperduti tra le chiacchiere e le fiamme. G. Chieco. (Foto: Getty Images / Vladimir Rys).




Other News

Diffusione gratuita notizie poco diffuse.
Settimana 12 - 18 febbraio 2012
Stay hungry, stay O.N.








1 - O.N. EARTH


Può darsi non vi abbiano detto che, fuori dal nostro orticello…



In Grecia ci sono violente proteste contro Governo e Parlamento.



Il Parlamento ha approvato il pesante provvedimento governativo che comporterà ulteriori licenziamenti e  riduzioni degli stipendi, ritenendo che sia indispensabile al fine di ottenere un nuovo prestito necessario per scongiurare il fallimento, di cui vi ho già parlato qua e qua. Il popolo è sceso in piazza ed ha messo a ferro e fuoco alcune zone della città per manifestare contro questa controversa decisione.

(Getty Images/ Milos Bicanski)

(ARIS MESSINIS/AFP/Getty Images)

Un poliziotto in tenuta antisommossa prende a calci un contestatore caduto durante gli scontri di Piazza Syntagma ad Atene. REUTERS / PHASMA / Michalis Karagiannis

I manifestanti hanno lanciato bombe molotov ed hanno distrutto e saccheggiato molti negozi.

Le manifestazioni sono diventate violente quando i contestatori hanno lanciato pietre e combattuto battaglie di strada nel centro di Atene contro con la polizia in tenuta antisommossa.

(AP Photo/Petros Giannakouris)

Una bomba molotov esplode contro la polizia durante una grande manifestazione anti-austerity in Piazza Syntagma ad Atene il 12 Febbraio 2012. Cinema storici, caffè e negozi sono andati in fiamme nel centro di Atene. Manifestanti mascherati e vestiti di nero si sono scontrati contro la polizia greca davanti al parlamento, mentre il Parlamento sembrava intenzionato a sfidare la rabbia pubblica approvando il piano di austerità della UE /FMI. REUTERS / Yannis Behrakis

(AP Photo/Kostas Tsironis)

Atene in fiamme dopo l’approvazione della nuova manovra del governo.


In Bahrain continuano le proteste.


Come vi ho già raccontato, in Bahrain continuano da mesi manifestazioni contro il governo, represse con sempre maggiore violenza.

Manifestanti marciano con bandiere nazionali e immagini dei leader dell'opposizione in carcere mentre cantano slogan contro il governo a Miqsha, Bahrain. (AP)

Una manifestante prepara la sua maschera di protezione dai gas lacrimogeni mentre partecipa ad una manifestazione di protesta nel villaggio di Sanabis, ad ovest di Manama, 14 febbraio 2012. Molti manifestanti anti-governativi hanno cercato di marciare da diverse direzioni per arrivare a destinazione, ma la polizia li ha dispersi sparando gas lacrimogeni, proiettili di gomma e granate assordanti. Almeno 25 manifestanti sono stati arrestati. REUTERS / Hamad I Mohammed

Un poliziotto in assetto antisommossa prende la mira da un cavalcavia. 13 febbraio 2012. Periferia della capitale Manama, Bahrain. (AP Photo / Hasan Jamali)

Manifestanti anti-governativi scappano dai gas lacrimogeni sparati dalla polizia Lunedi, 13 febbraio 2012, alla periferia della capitale Manama in Bahrain. Le forze di sicurezza hanno sparato gas lacrimogeni e granate assordanti a migliaia di manifestanti che cercavano di occupare una piazza centrale della capitale in vista dell’anniversario del giorno seguente, ovvero un anno dall’inizio della rivolta sciita nel regno del Golfo. Sulla bandiera si legge: "Torneremo", riferendosi alla piazza. (AP Photo / Hasan Jamali)

Alcuni manifestanti hanno gettato pietre e bottiglie molotov contro la polizia.

Inseguimento di manifestanti anti-governativi a Sanabis, Bahrain. (AP)

Scontri tra manifestanti e polizia alla periferia della capitale del Bahrain, Manama.

Sanabis, Bahrein, martedì 14 Febbraio 2012. Una manifestante anti-governativa corre trasportando una cassa di bottiglie molotov che altri manifestanti hanno abbandonato all’arrivo della polizia. Nel primo anniversario della rivolta pro-democrazia nel regno del Golfo ci sono stati diversi scontri; il tentativo di marciare verso il centro barricato è stato fermato dalle forze di sicurezza dispiegate in con numeri senza precedenti. (AP Photo/Hasan Jamali)





In Cisgiordania, al confine con lo Stato d’Israele, si è celebrato il settimo anniversario delle proteste contro il muro di separazione.

Un manifestante mascherato con una bandiera palestinese durante una protesta contro la barriera di separazione israeliana nel villaggio di Bilin in Cisgiordania, vicino a Ramallah, Venerdì, 17 Febbraio 2012. La manifestazione di venerdì ha segnato il 7 ° anniversario della resistenza palestinese contro la barriera (AP Photo / Majdi Mohammed).


Il 17 febbraio si è celebrato a Bil'in, vicino Ramallah, il settimo anniversario delle proteste contro il muro di separazione costruito da Israele. Il muro, lungo più di settecento km, fa parte di un perimetro di sicurezza alzato per evitare gli attacchi terroristici palestinesi, che pare siano notevolmente diminuiti a seguito della costruzione.



Un manifestante con una bandiera palestinese di fronte ai soldati israeliani durante una protesta contro la barriera di separazione israeliana in Cisgiordania nel villaggio di Bil'in, vicino Ramallah, Venerdì 17 Febbraio 2012. Dietro ai soldati si possono vedere edifici dell'insediamento israeliano di Modiin Illit. (AP Photo / Majdi Mohammed)


Il percorso iniziale del muro ha portato all’occupazione di zone palestinesi sulle quali sono stati anche costruiti insediamenti israeliani. A seguito di proteste, denunce e di sentenze della Corte Suprema Israeliana, il Governo Israeliano sta provvedendo a smantellare questo pezzo di muro, per ricostruirlo seguendo un altro percorso, allo scopo di  restituire parte del territorio ai palestinesi. Gli abitanti del posto non ritengono soddisfacente la sentenza e continuano a manifestare per ottenere la restituzione totale delle terre, assieme a tutti gli altri manifestanti del paese per vari motivi.

Ramallah, Cisgiordania - Un giovane palestinese mascherato con i colori della sua bandiera si nasconde dietro una barricata improvvisata durante gli scontri con i soldati israeliani all'ingresso della prigione israeliana di Ofer, a seguito di una manifestazione a sostegno Khader Adnan, un membro anziano della Jihad islamica che è stato in sciopero della fame in carcere per quasi 60 giorni. FOTOGRAFIA DI: ABBAS Momani / AFP / Getty Images



In Somalia si è svolta una grande manifestazione popolare contro la setta islamica al Shebab.


Come vi ho già raccontato, in Somalia la situazione è drammatica oltre che per la povertà e la siccità, anche per gli scontri tra forze dell’ordine somale e di altri paesi confinanti ed una setta integralista islamica che aspira a prendere il potere del paese. Questa settimana c’è stata una grande coraggiosa manifestazione popolare contro la setta.


Mogadiscio, Somalia - Centinaia di somali marciano in una rara pubblica protesta contro i ribelli islamici al Shebab alleati di al Qaeda. "Abbasso al Qaeda! Abbasso al Shebab!" gridava la folla, mentre marciava per le strade vicino al palazzo presidenziale, passando per le zone recentemente colpite da un'autobomba suicida organizzata da al Shehab. FOTOGRAFIA DI MOHAMED: ABDIWAHAB / AFP / Getty Images






In Giordania gli insegnanti manifestano contro il basso salario.


Un insegnante pubblico di fronte a poliziotti in assetto antisommossa durante una manifestazione per chiedere salari più alti nei pressi dell’'ufficio del primo ministro ad Amman il 14 febbraio 2012. Il ministro giordano della Pubblica Istruzione ha affermato che se gli insegnanti non terminano lo sciopero, il governo schiererà contro di loro l'esercito e le forze di sicurezza. REUTERS / Muhammad Hamed



Nello Sri Lanka si manifesta contro l’aumento dei prezzi del carburante.



15 febbraio 2012. Membri del Fronte Popolare di Liberazione dello Sri Lanka sono colpiti dai getti dei  cannoni ad acqua durante una protesta a Colombo, Sri Lanka. Eranga Jayawardena-AP


Migliaia di pescatori hanno organizzato una manifestazione contro l’aumento del prezzo dei carburanti e si sono scontrati con la polizia che voleva impedire l’accesso al centro della città. C’è stato un morto accertato ed almeno tre feriti.



Colombo (Ishara S.KODIKARA/AFP/Getty Images)


Colombo (Ishara S.KODIKARA/AFP/Getty Images)


Colombo (AP Photo/Eranga Jayawardena)


Colombo (AP Photo/Eranga Jayawardena)


Colombo (Ishara S.KODIKARA/AFP/Getty Images)


Colombo, Sri Lanka Alcuni manifestanti sono sono colpiti dal getto di  un cannone ad acqua della polizia durante una manifestazione contro i prezzi elevati del carburante. Un'ondata di proteste ha travolto tutto lo Sri Lanka quando  il governo ha aumentato i prezzi del carburante a causa di un aumento dei prezzi mondiali del petrolio. Un litro di benzina è aumentato di 10 centesimi a $ 1.25 (circa $ 5 al gallone) e il gasolio è salito di 26 centesimi. Eranga Jayawardena / Associated Press







In Siria continuano gli scontri.

Come vi ho già raccontato, in Siria è in corso una vera e propria guerra civile.
L’Assemblea Generale dell’ONU ha approvato una risoluzione con la quale si chiede ad Assad di cessare gli attacchi contro i civili e si condanna la repressione che continua da 11 mesi e che ha causato più di seimila morti.
La risoluzione che ha un valore simbolico, dato che l’Assemblea ha soltanto compiti consultivi, ha avuto 173 voto favorevoli e 12 contrari (tra i quali quelli di Cina, Russia ed Iran).
Assad ha proposto un referendum costituzionale seguito da libere elezioni, ma l’opposizione non crede alle sue parole, considerato che mentre annuncia una tregua continua a far attaccare Homs ed Hama, due delle principali città occupate dall’Esercito Libero siriano.

14 Febbraio 2012. Una bambina piange per un uomo che è stato rapito per tre giorni dalla shabiha (milizia del regime) insieme ad altri due. Gli uomini sono stati torturati ed i loro corpi sono stati abbandonati su una strada principale di Al Qsair, Siria. Alessio Romenzi per TIME




Other News

della settimana continua con


Nessun commento:

Posta un commento

ShareThis

Condividere i post che ti piacciono più che un dovere è un piacere!
O.N. - Other News XVIII: O.N. Earth